Matilda Italian Academy

recitazione, danza, canto, inglese - bambini 7/16 anni

Nasce dalla creatività di Todomodo Srl e BaGS Entertainment una novità assoluta per il panorama del teatro italiano: Matilda the Musical Italian Academy”.

 

Matilda the Musical Italian Academy è un progetto didattico rivolto alle scuole di formazione di arti performative con allievi dai 7 ai 16 anni, che prevede l’inserimento nei propri percorsi formativi dei contenuti artistici del pluripremiato musical londinese “Matilda”.

L’obiettivo finale è quello di mettere in scena come spettacolo conclusivo dell’anno accademico “Matilda’s School version”, con licenza ufficiale della Royal Shakespeare Company. La Royal Shakespeare Company ha concesso a Todomodo e BAGS Entertainment, in esclusiva nazionale e per la prima volta fuori dall’Inghilterra, i diritti per la messa in scena della School Version ufficiale di “Matilda, the Musical” di Roald Dahl, con musiche di Tim Minchin.

 

Ogni scuola partner diventa così un tassello della rete nazionale di Academies sotto il coordinamento artistico e didattico di Todomodo e BaGS Entertainment. Il “best of” di tutte le School Version di Matilda andrà in scena in uno o più eventi nazionali di grande prestigio nella primavera 2017. L'attività delle academy sono infatti attenzionate dal prestigioso "Ravenna Festival" e da altre prestigiose istituzioni culturali come il Teatro Nazionale della Toscana e l'Auditorium Parco della musica di Roma.

 

Nelle più importanti scuole italiane aderenti all’iniziativa saranno avviati dei corsi di formazione, perfezionamento e produzione espressamente dedicati al musical “Matilda”. Centinaia di ragazzi in tutta Italia dovranno studiare materie di formazione tradizionale (danza, recitazione, canto, studio della lingua inglese) con l’elemento centrale dei programmi accademici rivolto ai temi e ai contenuti artistici di “Matilda”. Gli allievi verranno seguiti da professionisti del settore, coordinati dallo staff artistico del progetto e supervisionati periodicamente. Un’unica accademia nazionale con sedi in tutta Italia. L’obiettivo finale delle accademie partner si concretizzerà nella primavera 2017 quando verranno prodotti showcase in tutte le città interessate con la messa in scena di una versione in 20 minuti dello spettacolo. La tappa finale vedrà le migliori produzioni in scena in un grande evento nazionale.

 

Il progetto è rivolto a tutte le scuole di formazione dello spettacolo per bambini e ragazzi, alle associazioni di promozione culturale nel campo del teatro musicale, ai teatri pubblici e privati che svolgono attività didattica rivolta a bambini e ragazzi, alle scuole di danza, alle scuole di canto (professionali e amatoriali), alle scuole di recitazione alle scuole primarie e secondarie con corsi extra curriculari di danza, musica e recitazione.

“Sometimes you have to be a little bit naughty!”

DOWNLOAD

se vuoi esssere anche tu una Matilda Italian Academy scarica il bando e la scheda d'iscrizione.

Il Direttore Artistico Pietro Contorno

pietro “Ci sono spettacoli belli e ci sono spettacoli meno belli. Nel mezzo una vasta gamma di "così così".

Matilda non sta in nessuna di queste categorie. Matilda è uno di quei prodotti dell'ingegno artistico umano che sembrano essere dotati di una forza, di una magia "speciali". Se lo "spirito dell'uomo", trova una quasi sovrannaturale manifestazione in alcune opere d'arte, ecco... Matilda è proprio una di queste.

Sono sensazioni che ho personalmente provato sin dalla gioventù. Per Sgt Peppers dei Beatles, per J. C. superstar, per certi film di Fellini e certi scritti di Pasolini. Di recente l'ho provato per Spring Awakening, il musical di cui sono stato direttore artistico per la compagnia Todomodo, amore che ritenevo per sempre unico e irripetibile.

Almeno fino a quando non ho visto Matilda.

Prima i soliti filmati su YouTube, poi ospite del Cambridge Theatre di Londra a seguito di un colloquio conoscitivo con André Ptaszynski, produttore esecutivo della Royal Shakespeare Londra.

Sapevo cosa avrei trovato ma non come ne sarei uscito. Emozionato, commosso, esaltato, estasiato, con un mare di immagini e suoni nella testa e con un'idea fissa: fare conoscere questo meraviglioso spettacolo al grande pubblico italiano.

Del resto non poteva essere altrimenti. Il testo di uno dei più grandi scrittori inglesi di letteratura per ragazzi, il libretto di Dennis Kelly e le musiche di quel genio contemporaneo che risponde al nome di Tim Minchin, non potevano sortire altro risultato. Un’opera strabiliante!

 

Matilda è la storia di una ragazzina molto, molto, molto particolare. Ma in realtà anche assolutamente comune nel suo bisogno di ricevere attenzioni ed amore.

Figlia esplicitamente indesiderata di una paradossale famiglia composta da fratello tele-lobotomizzato, madre salsera in tinte fuxia e padre azzeccagarbugli, impelagato nel traffico di vecchie auto usate rivendute come supercars.

A questo ambiente ostile Matilda reagisce isolandosi in un mondo tutto suo, fatto di fantasia e alimentato della lettura "matta e disperatissima" di decine e decine di libri di ogni genere. Si presenta quindi al suo primo giorno di scuola con una gran voglia di conoscere e apprendere, ma solo la sua giovane insegnante, la timida e impacciata Miss Honey capisce il potenziale enorme di questa bambina prodigio.

Ma Matilda non è un super eroe. Sposta gli oggetti con gli occhi, ma è amica di tutti, disponibile a sostenere gli altri bambini nella strenua battaglia contro la terribile preside della scuola: l'ex campionessa olimpionica di lancio del peso, la giunonica signora Trunchbull. Per lei i bambini non sono altro che vermi e la straordinaria personalità di Matilda rappresenta una vera minaccia alle terrorizzanti regole della scuola.

Accanto a Miss Honey l'altro personaggio adulto significativo per Matilda è la signora Phelps, la materna e suggestionabile bibliotecaria, innamorata della bambina e delle sue bellissime storie.

Ma le storie di Matilda non sono storie qualsiasi. La loro trama si sviluppa lentamente nella sua mente, prende vita, anzi di più. La fantastica e triste storia dell'Escapologista e della sua adorata moglie Acrobata, nasconde un terribile segreto. Che non sarò certo io a svelarvi...

 

Due ore di musica e teatro di grandissima forza evocativa. Tutti i codici del teatro tradizionale commisti a temi compositivi che vanno dal più canonico stile Broadway a melanconiche ballate barocche, rock smash hits di taglio radiofonico, aree che riportano alla tradizione del teatro musicale anglosassone. E poi tanti, tantissimi spunti di riflessione. Come il teatro inglese sa (e vuole!) fare, dentro una piccola storia di bambini e adulti ci sono tanti significati, tante significazioni della vita e dei suoi drammi.

Matilda parla di fantasia, di sogni, della paura del diverso, del confronto con il mondo adulto, di assurde famiglie tradizionali e amorevoli famiglie "di fatto".

Quante cose dietro una piccola storia resa grandissima da un immenso musical.”     Pietro Contorno